Accesso civico e segnalazioni in materia di corruzione

É il diritto di chiunque di richiedere documenti, informazioni e dati oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente nei casi in cui il Collegio ne abbia omesso  la pubblicazione sul proprio sito web istituzionale. Il diritto di accesso civico è disciplinato dall’art. 5 del d.lgs. n. 33/2013.

La richiesta è gratuita, non deve essere motivata e può essere presentata tramite posta elettronica al Responsabile della trasparenza Angius Valentina mediante l’utilizzo del modulo appositamente predisposto (modello A).

Entro 30 giorni dalla richiesta il Collegio deve:

1)     procedere alla pubblicazione sul sito istituzionale del documento, dell’informazione o dei dati richiesti;

2)     trasmettere contestualmente il dato al richiedente, ovvero comunicargli l’avvenuta pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale.

Se il documento, l’informazione o il dato richiesto risultano già pubblicati nel rispetto della normativa vigente, il Collegio deve indicare al richiedente il relativo collegamento ipertestuale.

In caso di ritardo o mancata risposta alla richiesta di cui sopra, il richiedente può ricorrere al titolare del potere sostitutivodi cui all’art. 2, comma 9 bis, della l. n. 241 del 1990.

Titolare del potere sostitutivo è il Presidente Elisabetta Franchi.

Anche in questo caso la richiesta va presentata utilizzando il modello appositamente predisposto (modello B).

 

Ruolo Nominativo Moduli per l’esercizio del diritto
Responsabile trasparenza e anticorruzione, che riceve le richieste di accesso civico Angius Valentina

Consigliera

Modulo richiesta per l’esercizio dell’accesso civico (Accesso civico modello A)
Titolare del potere sostitutivo per l’esercizio dell’accesso civico Elisabetta Franchi

Presidente

Modulo richiesta per l’esercizio dell’accesso civico – potere sostitutivo (accesso civico modello B)